Avanzamento

Publié le par Kit

Nonostante le mie dichiarazioni passate ("in fiera, nei momenti morti ricamerò il BE GLAD di Sof") mentre ero via non ho messo neanche una crocetta, e così il BE GLAD era fermo alla cornicetta del secondo pezzo. Mercoledì pomeriggio, complice un doloroso arrivo, me ne sono stata rannicchiata sul divano coperta da un paio di strati di pile, il più immobile possibile dalla vita in giù, e ho ricamato: ho finito la seconda metà del BE GLAD, ma sono due giorni che mi dimentico di portarmelo in ufficio e scansionarlo.

A proposito, vi ricordate quando dicevo che verrà un quadrettino-ino-ino... bhè mi sbagliavo! Ho visto quello di Barbara ricamato 1 filo su 1 filo su lino e quello verrà davvero piccolo! Il mio, formato A4 grossomodo è praticamente un gigante, al confronto.

Ieri sera, invece ho deciso che, prima che arrivi il pacco da CasaCenina (per due schemi che ho ordinato ci vorranno 9 giorni circa), devo aver finito le parti che mi mancano e che posso fare dell'Angelo dell'Inverno della Lavander&Lace. Ieri ho finito i due nastri bassi di sinistra ; me ne manca uno solo e un po' di parti nella gonna, che posso fare. Quando arriverà il pacco farò il collo e il cerchietto col Whisper e attaccherò le perline, poi lo lavo, lo stiro e lo mando ad incorniciare.... finalmente, l'ho iniziato prima nel 2000. D'accordo che l'ho lasciato da parte per anni, ma è davvero tempo che lo finisca.

Nel prossimo ordine per CasaCenina ci saranno: tutte le varie perline ed i filati particolari per fare la Mermaid of the Pearls della Mirabilia, che d'accordo che è l'ultima della mia lista delle cose da fare, ma me l'ha regalata il Grand Moff per l'anno nuovo, e per il prossimo Capodanno vorrei finirla.

Stavo invece riflettendo sul perchè non ho ricamato in fiera. Non è stato per mancanza di momenti morti, quelli purtroppo ci sono stati. Non è stato perchè non mi fossi portata il ricamo, (avendo la borsa della DMC tengo i WIP nelle cartellette di plastica trasparente coi fori) la cartelletta del BE GLAD l'ho messa nella borsa del portatile la prima mattina e di lì ne è uscita una volta tornata a Milano.  Ho scritto che stavo riflettendo sul perchè non ho ricamato in fiera, ma in realtà lo so benissimo perchè non ho messo neanche una crocetta. In pubblico non riesco a ricamare e quindi in fiera, come in treno, devono esserci delle condizioni molto particolari perchè io ricami: devo o essere sola, o sentirmi (psicologicamente) al sicuro per cui a LuccaComics, circondata dai miei amci di Yavin4 sono riuscita ad iniziare Le Porte di Moria, al SACA durante il quale condividevo lo stand con le due cretine dell'ufficio alla sola idea di tirar fuori tela, ago e filo m,i prendeva la timidezza e leggevo il giornale, sfigliavo le riviste, insomma facevo di tutto tranne che ricamare.

Publié dans W.I.P.

Commenter cet article

lagiostra 24/02/2007 20:19

Anch'io non riesco a ricamare in pubblico.. a parte che sono anche difficile, perchè devo avere lo spazio dove appoggiarmi e mille altre cose, però credo che principalmente sia perchè mi imbarazzo!!